Le cose cambiano velocemente... 4 (Schede telefoniche)

L'altro giorno, navigando su eBay, mi sono imbattuto in un'offerta che proponeva uno stock di schede telefoniche prepagate o telecard (link Wikipedia). E qui partono i ricordi...
Queste schede prepagate, che si potevano comprare in ricevitoria, in edicola oppure presso alcuni distributori automatici, venivano usate nei telefoni pubblici come evoluzione dei vecchi gettoni per il telefono. Queste schede potevano avere più valori, da 5.000 Lire in su. Per poterle usare nei telefoni pubblici bisognava togliere una linguetta già preselezionata dal bordo superiore sinistro: se non si faceva questa operazione la scheda era nuova.
Queste schede avevano anche un periodo di scadenza e non si potevano usare oltre questo periodo. 
Ma il punto di forza di queste schede sono le varie serie e raffigurazioni che hanno proposto: serie turistica, serie dedicate ai pesci, agli animali, al WWF, al patrimonio culturale italiano, a speciali ricorrenze, alla lotta contro la delinquenza, ai giochi, ai monumenti e così via. In pochi anni le schede telefoniche sono diventate oggetto di collezionismo e a me viene da dire, passatemi il confronto, sono diventate una sorta di francobolli 2.0: molte persone hanno iniziato ad amare e a seguire questa collezione moderna che era in costante evoluzione viste le numerose nuove uscite di serie di schede
Sono sorti gruppi, associazioni, fiere ed esperti dedicati al mondo delle schede telefoniche e molto probabilmente anche noi, a casa nostra, abbiamo ancora qualche vecchia scheda; prima di buttarla via, informiamoci presso qualche esperto o facciamo ricerche: quella scheda che noi avevamo in casa da molto tempo potrebbe valere una fortuna se faceva parte di una serie speciale o rara.
Per molti di noi la scheda telefonica (come anche il gettone) ha rappresentato una sorta di primitiva telefonia mobile visto che con essi, se c'era nelle vicinanze un telefono pubblico (si trovavano nelle piazze, negli ospedali, nei centri commerciali, nelle scuole, nei luoghi pubblici), potevamo chiamare chi volevamo. Ma le telefonate costavano e le schede facevano presto a consumarsi e quindi cercavamo di essere il più veloci possibili a parlare, eravamo come un telegramma vivente! 
Oggi sono spariti quasi del tutto i telefoni pubblici, ne sono rimasti pochi, alcuni di essi sono diventati, con le rispettive cabine, oggetto di vandalismo e trascuratezza. E pure le schede telefoniche, così come anche i gettoni, hanno visto il viale del tramonto. Ma la storia e il valore che portano, non solo a livello collezionistico ma anche a livello storico di uno stile di vita che avevamo, non vanno dimenticati o minimizzati
Anni fa dovevamo cercare un telefono pubblico e avere una scheda per poter chiamare, oggi con i telefoni e smartphone, facciamo pure fatica a telefonare perché ci viene più comodo chattare o condividere foto
E non sono passati molti anni...

Lucandrea

Nessun commento:

Posta un commento