Le cose cambiano velocemente...

Vi è mai capitato entrando in un mercatino dell'usato o visitando un mercatino dell'antiquariato di piazza di vedere degli oggetti che fino a pochi anni fa usavamo e che adesso sono andati in disuso? Oggetti che erano importanti ma che adesso sembrano obsoleti? E ci facciamo un pensiero e vediamo come lo stile di vita sia cambiato in così pochi anni...
Facciamo alcuni esempi
Oggi tutti noi abbiamo, o perlomeno conosciamo, smartphone e tablet. Con essi abbiamo, per così dire, il mondo nelle nostre mani. Possiamo telefonare, chattare, videochiamare, condividere video, musiche e foto in tutto il mondo in pochi secondi. Possiamo andare in Internet ogni volta che vogliamo, ascoltare musica in alta qualità, vedere film, fare recensioni, scrivere e inviare documenti, giocare online, viaggiare con il gps e molto altro. Questo ci sembra normale oggi, ma qualche anno fa?
Nei mercatini troviamo spesso i vecchi telefonini cellulari (così allora si chiamavano): troviamo i vecchi Tacs, i primi Nokia (tra cui il mitico 3310), i Motorola a conchiglia, gli Ericsson con lo sportellino apribile... C'era solo un piccolo schermo a cristalli liquidi con sfondo monocolore e si potevano fare pochissime cose: telefonare e mandare sms (e quanto pagavamo...) e pochissimo altro. Sono passati una ventina d'anni: le cose cambiano velocemente...
Avete mai visto a un mercatino le vecchie autoradio mangianastri?
Quando viaggiavamo in auto e volevamo ascoltare della musica avevamo solo due possibilità: accendere la radio e riuscire a trovare (spesso era un'impresa), girando la manopolina dell'autoradio, una stazione FM senza interferenze oppure inserire una musicassetta a nastro. Le musicassette potevano avere durata variabile; di solito si andava dai 46 minuti fino ai 90 e si doveva stare attenti a come e quanto usarla! Quando il nastro si incastrava negli ingranaggi dell'autoradio (quanto era mangianastri!) oppure il nastro iniziava a rovinarsi, beh, addio musica! E per ascoltare uno specifico brano, cosa si faceva? Rewind (REW) e Fast Forward (FF), ossia avanti e indietro, finché non si arrivava alla canzone richiesta. Certe volte ci si metteva più tempo a trovare la canzone che ad ascoltarla. E finché si guidava, fare questo lavoro di ricerca era davvero un problema!
Oggi abbiamo i lettori MP3 integrati nell'automobile e basta un click sul volante, un comando vocale o la sincronizzazione con uno smartphone, e abbiamo accesso alla nostra musica preferita senza perdere tempo: le cose cambiano velocemente...
Ci sono tante altre cose che sono cambiate velocemente. Un pò alla volta parleremo di tute loro!
 - Lucandrea

Nessun commento:

Posta un commento