39^ Fiera Campionaria dell'Usato - Macerata (13-14 Aprile)

Cari amici di Usatoblog, vi segnalo che il 13 e il 14 Aprile a Macerata si terrà la 39^ edizione della Fiera Campionaria dell'Usato. Di seguito il comunicato stampa, contatti e altre informazioni:


Conto alla rovescia per il consueto appuntamento primaverile con la “Fiera Campionaria dell’Usato”, giunta alla sua 39^ edizione con il crescente apprezzamento degli amanti del settore e buona fortuna dei marchigiani che hanno la possibilità di avere questa notevole kermesse a “portata di mano”.
Gli orologi vanno puntati alle ore 14.30 di sabato 13 aprile quando saranno fruibili i padiglioni del Centro Fiere Villa Potenza di Macerata, a disposizione del consolidato, numeroso pubblico fino alle ore 19 di domenica 14.

La Service Promotion organizzatrice della manifestazione patrocinata dalla Provincia e dal Comune di Macerata, è impegnata nella distribuzione degli spazi espositivi agli oltre 250 espositori, che rappresenteranno nel migliore dei modi tutti quei settori tematici tanto apprezzati dai visitatori: rigatteria, modernariato, antiquariato, oggettistica, modellismo, e tanto altro.

Citazione particolare merita l’ampio spazio del padiglione centrale riservato, così come nella primavera dello scorso anno, alla “Fiera dell’Elettronica”.
“Evento nell’evento” sempre molto apprezzato dagli esperti del settore come dai comuni consumatori, per la notevole varietà di prodotti proposti dai circa 60 espositori, specialisti di settore, garanti della presenza di numerosi articoli nuovi e di ultima generazione a prezzi promozionali. Lungo l’elenco di quanto offerto: apparecchi per telefonia, computer ed accessori, software, sistemi di allarme, elettronica per il tempo libero, macchine fotografiche, droni, modellismo ecc. ecc. Persino la possibilità di riparare telefonini e pc direttamente sul posto.

Non meno accattivanti gli altri spazi tematici proposti:  Salone della Creatività”, settore in continua evoluzione, dove artisti-artigiani,  produttori “dell’ingegno e della fantasia” mettono in mostra il loro estro, esponendo realizzazioni di varie tipologie  di volta in volta sempre più innovative e creative; “Mercatino delle Pulci” dove scovare il pezzo tanto ed a lungo cercato è l’attività di molti appassionati; “Auto in ..Fiera” spazio a disposizione dei privati per tentare la vendita dei propri auto e motoveicoli.

Le attrazioni per i più piccoli, per i quali sono allo studio delle belle sorprese, le performance degli immancabili “Artisti …di fiera” unite alla gratuità per i minori di 13 anni, rendono l’evento irrinunciabile per intere famiglie.

Ed allora, con la parola d’ordine “USA L’USATO”, divenuta lo slogan della Fiera Campionaria dell’Usato, tutti a Macerata dalle 14.30 di sabato 13 e dalle 9.30 di domenica 14, con chiusura prevista per entrambi i giorni alle ore 19.00.
Per informazioni e la prenotazione di spazi: tel. 0733.637313 oppure info@servicepromotion.it, www.fieracampionariausato.com.


Le cose cambiano velocemente...6 (Comunicazioni)

Oggi viviamo in un sistema che, rimanendo comodamente seduti sul divano di casa nostra, possiamo comunicare, tramite smartphone o tablet o computer, con il mondo intero. Abbiamo la possibilità di condividere foto, video, filmati, file audio, recensioni, posizioni GPS, contatti, ebook e molto altro con persone di ogni parte del mondo in un semplice attimo (naturalmente bisogna avere un buon collegamento internet). Fare sharing è diventata un'azione quotidiana, anzi, pluriquotidiana: oramai condividiamo di tutto in qualunque momento.
Fare questo ci rende più inseriti nel contesto sociale e le grandi distanze che ci sono tra i vari Paesi del mondo sembrano ridursi. Con un semplice abbonamento a internet possiamo telefonare con la stessa facilità e gli stessi consumi al nostro vicino di casa oppure a un amico che abita nell'emisfero australe. 
Oggi tutto ci sembra così semplice, intuitivo, ovvio. Ma fino a pochi anni fa, tutto questo sembrava una semplice utopia. Prima che esistessero telefoni e telegrafi, l'unico modo per comunicare era tramite lettere scritte su carta, e in quegli anni gli scrittori erano davvero pochissimi, vista la scarsa istruzione. E prima che la lettera arrivasse al destinatario, potevano passare giorni e giorni (dopotutto i mezzi di trasporto erano cavalli o treni e le primissime automobili erano veloci quanto le biciclette). Poi sono arrivati i telegrafi, i telefoni, il servizio postale è andato a migliorare e quindi le comunicazioni si sono arricchite. Però i telefoni erano ancora cosa rara e poteva succedere che in un paese ci fosse solo un telefono pubblico e qualche sporadica utenza privata. E quando le telefonate venivano fatte in posti distanti da casa nostra, soprattutto all'estero, i costi aumentavano e allora bisognava mettere il turbo nella nostra bocca per poter dire molte cose in pochi minuti.
Con l'avvento di internet e dei primi Personal Computer con accesso alla rete si sono diffuse le e-mail che hanno soppiantato le lettere cartacee, le cartoline e i vari accessori da filatelia classica. Abbiamo, per così dire, sostituiti i francobolli con le chioccioline o @.
La linea internet non era molto veloce (la vecchia 56 KB/s) ma per mandare mail scritte era più che sufficiente. Poi sono arrivate le app di messaggistica, come WhatsApp o Telegram, e la possibilità delle videochiamate, come ad esempio Skype o Viber.
Quello che sembrava impossibile e assai costoso fino a pochi anni fa, oggi è semplice prassi. Con un Like oggi puoi dare il tuo parere immediato a una foto pubblicata su Instagram da un utente che può risiedere in Canada; qualche decennio fa, solo per comunicare una semplice cosa a una persona che abitava a qualche centinaio di chilometri da casa tua, dovevi aspettare una settimana che la lettera arrivasse.
E nel prossimo futuro, come comunicheremo?
Le cose cambiano velocemente...

Vintage Games 2 - Cruciverba (1960)


DEFINIZIONI

ORIZZONTALI: 
1- Solido geometrico che ha sei facce uguali; 5- Moderno strumento per localizzare corpi a distanza; 6- Schernito; 7- Grossi cavi che reggono le ancore; 8- Il vero nome di San Pietro; 9- Incantata; 10- Una delle due città raffigurate nello schema; 11- Grossi cani simili ai mastini; 12- Una delle due città raffigurate nello schema

VERTICALI:
1- La parte più bassa della nave; 2- Città veneta; 3- Piedistallo; 4- Metallo prezioso; 5- Antico; 6- Giorno da venire, 7- Zingara; 8- Saluto dei musulmani; 9- Lo conduce l'ago; 10- Può essere Rosso o Morto

SOLUZIONI: 

ORIZZONTALI: 1- Cubo; 5- Radar; 6- Deriso; 7- Gomene; 8- Simone; 9- Fatata; 10- Milano; 11- Alani; 12- Roma
VERTICALI: 1-Carena; 2- Udine; 3- Base; 4- Oro; 5- Remoto; 6- Domani; 7- Gitana; 8- Salam; 9- Filo; 10- Mae 

Vintage Games 1 - Cruciverba sillabico (1979)

Cari amici di Usatoblog, eccovi il primo Vintage Game, ossia un cruciverba sillabico risalente al 1979. Per risolverlo, quindi, dobbiamo pensare alle definizioni come fossimo vissuti 40 anni fa. 
Buon divertimento!



Definizioni:

ORIZZONTALI: 1- Numero e...nome d'uomo; 2- Il verbo dell'ardimentoso; 4- Recapitano la corrispondenza; 5- Prodigi; 8- La città dei due mari e... noto Nino attore; 10- Sono usati per aromatizzare i cibi; 12- Sono nati in una capitale europea; 15- Andata su tutte le furie; 16- Togliere; 17- Il nome della Callas
VERTICALI: 1- Buonissimi; 2- Terminano con la pace; 3- Non hanno bisogno del medico; 4- Scarso, insufficiente; 6- Un treno... velocissimo; 7- Cento grammi, 9- Lo sono i cani che vanno errando; 10- In questo momento; 11- Proteggere e aggiustare; 13- Il nome della Pavone; 14- Lo Stato che ha per capitale Lagos; 15- Il nome della Zanicchi 

Eccovi le soluzioni al cruciverba:

Soluzioni:

ORIZZONTALI: 1- Otto; 2- Osare; 4- Postini; 5- Miracoli; 8- Taranto; 10- Odori; 12- Parigini; 15- Irata; 16- Levare; 17- Maria
VERTICALI: 1- Ottimi; 2- Ostilità, 3- Sani; 4- Poco; 6- Rapido; 7- Etto; 9- Randagi; 10- Ora; 11- Riparare; 13- Rita; 14- Nigeria; 15- Iva

Finalmente la Mappa interattiva!

Finalmente, dopo oltre un anno di lavoro e di minuziosa ricerca, su Usatoblog è arrivata la mappa interattiva di tutti i mercatini d'Italia e della Repubblica di San Marino. 
Accedendo alla mappa (sulla homepage cliccate in alto a destra al link Dove sono i mercatini?) potete trovare i segnaposti di tutti i mercatini, e relative informazioni (indirizzo, orari di apertura, e-mail...), e la loro ubicazione. 
I segnaposti blu indicano i mercatini come negozio, i segnaposti rossi indicano i mercatini all'aperto con espositori. 
Se notate degli errori (ad esempio dati sbagliati o da aggiornare, segnaposto non posizionato correttamente, eccetera...) o avete suggerimenti per migliorare la mappa, sono a disposizione. 
Potete contattarmi tramite gli account social di Usatoblog oppure alla mail mercatiniusatoblog@gmail.com
Spero di avervi fatto cosa gradita
E non sarà l'unica novità di Usatoblog per il 2019

- Lucandrea

C'era una volta... Il libro - Cesena Fiere (17-18 Novembre)

Grande appuntamento il 17 e il 18 novembre a Cesena Fiere (zona Pievesestina Mappa) per la IV° edizione della Mostra Mercato di antiquariato librario e collezionismo cartaceo "C'era una volta... Il Libro"

L'apertura in questi due giorni andrà dalle ore 9 fino alle ore 19.00

Il costo d'ingresso alla Mostra è di 3,00€, gratuito per gli under 14 e gli over 70

Sono attesi circa 80 espositori italiani ed esteri dedicati al materiale cartaceo e all'antiquariato librario mentre nello spazio restante dell'area fiera ci saranno circa 300 espositori di antiquariato e brocantage

Per ulteriori informazioni:
Sito Internet
Facebook
☏ 0541 53294
E-Mail: e.casanova@blunautilus.it



Le cose cambiano velocemente...5 (Shopping)

Quando dovete o volete fare degli acquisti, dove andate di solito?
La risposta quasi ovvia è a un centro commerciale oppure a un supermercato. Ma negli anni scorsi fare lo shopping era un'attività diversa e più mirata di oggi.
Anni fa non esistevano centri commerciali (o shopping center, come vengono chiamati oggi) o ipermercati ( sono così grandi alcuni che certe volte bisogna avere il gps attivo per non perdersi!), ma vi erano tanti piccoli negozi specializzati in un determinato settore merceologico e, se non si abitava in una città, bisognava girare parecchio per fare acquisti. Per la carne fresca c'era la macelleria, per scarpe e borse la pelletteria o il calzolaio, per i generi alimentari le botteghe di gastronomia o i pizzicagnoli, per il pesce la pescheria, per biciclette e loro riparazioni i riparatori appositi, per la musica i negozi di dischi, per frutta e verdura i fruttivendoli, per gli alcolici li vinai eccetera....
Nelle città esistevano i cosiddetti grandi magazzini (mi ricordo i vari Standa, Rinascente, Mercatone...) dove si poteva trovare abbigliamento, oggettistica, articoli per la casa ed elettrodomestici): nel pensare ai grandi magazzini mi viene in mente il film Grandi Magazzini del 1986 che nel suo cast annoverava, tra gli altri, Renato Pozzetto, Paolo Villaggio, Michele Placido, Massimo Boldi, Heather Parisi, Alessandro Haber, Enrico Montesano, Lino Banfi e molti altri... 
Anche oggi esistono questi e altri negozi però piano pianino sono sempre di meno e alcuni tipi di negozio sono quasi spariti (ad esempio i venditori o noleggiatori di DVD e videocassette). Nei paesi c'è maggiormente lo spirito dei piccoli negozianti ma i clienti non sono molti. E' più comodo entrare in un ipermercato o in un centro commerciale dove si può trovare di tutto, con i negozi delle migliori marche e i migliori brand e catene anche internazionali, senza fare molta strada. Anni fa invece bisognava girare...
E che dire dei mercati di piazza? Erano occasioni per conoscere meglio un paese, i suoi abitanti, ci si incontrava, si chiacchierava, si creava spirito di unione, si era felici con poco... Si andava al mercato per comprare magari un pò di pesce fresco e si tornava a casa avendo incontrato tanti conoscenti (e naturalmente anche col pesce fresco 😀)
Invece nello shopping moderno, spesso, si corre, si fa fatica a parlare con le persone, il contatto umano viene meno: solo se si trova un pò di fila alla cassa, quanto è facile spazientirsi! E non mi metto a parlare dello shopping online con tanto di e-shop, app per gli acquisti e sharing
Non voglio fare una critica allo shopping moderno e a quello del passato ma semplicemente si nota come, in pochi anni, il concetto di fare gli acquisti è molto cambiato. Le persone anziane, testimoni viventi di quello shopping del passato, ci possono raccontare di come le cose sono cambiate nel corso degli anni
E voi, che tipo di shopping preferite? Quello moderno o quello di una volta?
Le cose cambiano velocemente

- Lucandrea